News

23 Mar 2021

Ivano Fossati su Bach e Prince di Carlo Boccadoro

Ivano Fossati su Bach e Prince di Carlo Boccadoro

«Nessuno si mette in cattedra, qui regnano intelligenza e curiosità».

Ivano Fossati recensisce su Robinson di Repubblica Bach e Prince: Vite parallele di Carlo Boccadoro. Per scaricare il PDF della recensione, cliccare qui.

10 Mar 2021

Adriano Prosperi intervistato da Antonio Gnoli

Adriano Prosperi

"Io ci provo, ma quello degli storici sta diventando un mestiere inutile". Adriano Prosperi intervistato da Antonio Gnoli su Robinson di Repubblica. Per scaricare il PDF, cliccare qui.

09 Mar 2021

Giorgio Falco su Pianura di Marco Belpoliti

Marco Belpoliti: Pianura

Su Tuttolibri, Giorgio Falco ha recensito Pianura di Marco Belpoliti. Per scaricare la recensione, cliccare qui.

09 Mar 2021

Il testo e nient’altro: Lavagetto al vaglio di logici paradossi

Mario Lavagetto

Mario Bertoni ha scritto su Alias un ricordo di Mario Lavagetto. Per scaricare il testo, cliccare qui.

03 Mar 2021

Di Paolo e Sarchi su Pianura di Marco Belpoliti

Marco Belpoliti: Pianura

Pianura di Marco Belpoliti è stato recensito da Paolo di Paolo su L'Espresso e da Alessandra Sarchi su La lettura.

02 Mar 2021

Carlo Boccadoro, Bach e Prince. Vite parallele

Carlo Boccadoro: Bach e Prince

È da oggi in libreria, pubblicato da Einaudi Stile Libero, il nuovo libro di Carlo Boccadoro: Bach e Prince. Vite parallele.

Carlo Boccadoro ha anche scritto la prefazione alla nuova edizione dei romanzi di Francesco Biamonti, L'angelo di Avrigue-Vento largo-Attesa sul mare, di recente pubblicata da Einaudi. Per leggere il testo di Boccadoro, cliccare qui.

24 Feb 2021

Un tempo senza storia di Adriano Prosperi

Adriano Prosperi: Un tempo senza storia

Sono apparse varie recensioni di Un tempo senza storia di Adriano Prosperi:

- Massimo Firpo sul Sole 24 Ore. Per scaricare il PDF, cliccare qui.

- Paolo Di Stefano su Sette, Corriere della sera. PDF.

- Gianni Cuperlo su Domani. PDF.

28 Gen 2021

Massimo Recalcati su Pianura di Marco Belpoliti

Marco Belpoliti: Pianura

Su La Repubblica di oggi, Massimo Recalcati ha recensito Pianura di Marco Belpoliti.

Per scaricare il PDF dell'articolo, cliccare qui.

 

20 Gen 2021

Pianura di Marco Belpoliti

Marco Belpoliti: Pianura

Sarà pubblicato il prossimo 26 gennaio Pianura di Marco Belpoliti (Einaudi).

Che cos'è una pianura? Che cos'è, in particolare, la pianura italiana per eccellenza, quella Padana? È un territorio, uno spazio geografico, certo. Ma se a disegnarne la mappa è Marco Belpoliti, che in quelle terre ci è nato, la pianura diventa anche luogo dell'anima, condizione esistenziale, traccia indelebile. Con Pianura Belpoliti attraversa il paesaggio naturale e umano, una terra di sogno e di volti, di immaginazioni e di storie. La nebbia, la memoria e la letteratura, i contorni e le radici, gli orizzonti. Insomma, la vita.

Pochi luoghi come la Pianura Padana sono allo stesso tempo evidenti e misteriosi. Cuore geografico e produttivo del Paese, la pianura si dispiega allo sguardo esterno apparentemente senza ombre o angoli nascosti: tutti, guardandola da fuori, pensiamo di conoscerla. Ma se ci fermiamo a osservarla meglio, se proviamo a capirla davvero, ecco che, come se d'improvviso salisse quella nebbia che spesso l'avvolge, la pianura diventa un'ipotesi, un oggetto misterioso, un teatro a cielo aperto di malinconie e fantasmi. Marco Belpoliti, che in quelle terre c'è nato, ha intrapreso un viaggio fisico e intellettuale attraverso la Pianura Padana: ne percorre le strade, ne racconta le città e i «paeselli», ma, soprattutto, ne evoca gli abitanti. Tra questi, molti amici e compagni di avventure, da Gianni Celati a Luigi Ghirri, da Piero Camporesi a Giovanni Lindo Ferretti, da Giuliano Scabia a Giulia Niccolai, da Ermanna Montanari a Giuliano Della Casa, da Sandro Vesce a Marco Martinelli, e tanti altri che abitano quelle terre con la loro arte e la loro bizzarria. Ne esce cosí fuori un libro allo stesso tempo intimo e collettivo, quasi un'autobiografia in forma di paesaggio, striata di struggenti nostalgie, capace di raccontare una parte fondamentale dell'Italia, oggi come non mai messa di fronte a una crisi, anche d'identità: ma sapere da dove si viene è il primo passo per procedere verso il futuro.

20 Gen 2021

Il lato sinistro di Adriano Prosperi

Adriano Prosperi: Il lato sinistro

Mauvais Livres Edizioni pubblicherà a breve Il lato sinistro di Adriano Proseri, una raccolta di scritti risalenti a varie occasioni e rimasti per lo più inediti o confinati in sedi appartate. Si tratta di riflessioni e contributi su questioni e autori diversi: la storia della morte, la festa del Primo Maggio, forme e vittime dell’intolleranza, la “peste” manzoniana. Li legano sentimenti e ricordi personali, come nello scritto sui conflitti religiosi e sociali intorno alla festa del Primo Maggio. Sono frutti minori di una vocazione allo studio della storia che ha animato la generazione dei nati sotto il fascismo e cresciuti nel secondo dopoguerra, spinti allo studio della storia da una volontà di riscatto e di giustizia sociale imparata dai protagonisti della resistenza al fascismo come Antonio Gramsci e Marc Bloch.

L'autore è stato intervistato da Culturificio.

"Il mio titolo si riferisce sia all’orientamento sociale e politico delle mie testimonianze dove esprimo idee coerenti con le mie origini contadine e maturate con la mia educazione e successiva testimonianza pubblica, sia ai temi, alcuni dei quali erano un tempo dei tabù: il legame dei vivi coi morti, per esempio, che si è rivelato un fattore fondamentale di strutturazione della vita sociale ma anche della formazione della personalità. La via sinistra è una negatività necessaria per la vita".